“Il nuovo ddl del Pd sulle unioni civili è una nuova truffa che prelude a un ulteriore sopruso parlamentare. Come il testo in discussione in commissione, non è altro che un matrimonio sotto falso nome, con adozioni e incentivazione dell’utero in affitto. Sarebbe più onesto chiamare ciò che è a tutti gli effetti un matrimonio con il suo nome. Ma evidentemente c’è qualche ipocrita che ha bisogno di nascondersi sotto qualche foglia di fico.”

Lo dice il senatore di Forza Italia, Lucio Malan.

Pubblicato in Forza Italia