“Renzi pensa di eludere il giudizio dei cittadini con i sotterfugi come il voto a dicembre. Ma i sondaggi ci dicono che la maggioranza degli italiani ha capito che nella riforma non ci sono risparmi ma solo pasticci di Renzi per prendere tutto il potere senza avere la maggioranza dei voti”.

È quanto scrive in una nota Lucio Malan, il senatore di Forza Italia, che vota compatta per il “NO”. Tanti gli esponenti che in serata hanno commentato la data del 4 dicembre decisa da Matteo Renzi.

Sono numerosi i quotidiani che si stanno scatenando sulla strana missione istituzionale in Argentina, Uruguay e Brasile della ministra Maria Elena Boschi. Le TV un po’ meno, soprattutto la RAI che glissa. In realtà gli unici agguerriti inizialmente sono stati Travaglio su IlFatto con un articolo intitolato “La missione farlocca di Boschi a caccia di italiani all’estero” e Sallusti che su IlGiornale spara in prima pagina il titolo: “Boschi a caccia di un ‘sì’ a spese degli italiani”. Questo l’altro ieri. Ovviamente il popolo di internet ha seguito a ruota, d’altronde quando c’è da far casino è sempre in prima fila, ma è anche vero che in questo caso c’è lo zampino dei grillini.
Nel pomeriggio di ieri però è arrivata una nota ufficiale dell’ufficio stampa del ministro che, se possibile, ha peggiorato la situazione. Ora tutti sono scatenati. A parte la RAI che continua a glissare.

La questione è che il governo italiano ha speso solo di voli 12.625 euro di soldi pubblici per fare campagna elettorale in Sud America a favore del Sì al referendum del 4 dicembre. Questo escluso il rimborso che il comitato del Sì riceverà sempre prelevando i soldi dalle nostre tasche.

Ne sono già usciti tanti e ancora ce ne dovremo sorbire. Nonostante le notevoli differenze per la maggior parte danno il NO avanti. Tranne quelli della RAI che invece ribaltano la realtà e quindi hanno suscitato qualche giustificatissima polemica, visto che per realizzare questi vengono usati fior di quattrini pubblici.