Club Gallarate

Gallarate

Benvenuti nella nuova casa digitale del Club Forza Silvio di Gallarate.

In questo spazio online racconteremo le storie, i valori e le iniziative di chi, con coraggio e determinazione, ha deciso di “scendere in campo” e contribuire a dare un significato reale a parole come “partecipazione”, “liberta'” e “solidarietà”.

I protagonisti saranno i cittadini di Gallarate che costituiranno una vera e propria comunità per la democrazia e la libertà. Persone comuni, appartenenti a quell’Italia silenziosa e operosa che ha scelto il servizio come strumento di partecipazione politica. Persone che credono nell’Italia e nella possibilità di renderla un paese più giusto e più libero proprio ripartendo dal territorio e dai problemi concreti della gente comune.

Questo nuovo strumento sarà una piattaforma tecnologica, una sorta di piazza digitale dove potere scambiare esperienze, informare la comunità sulle iniziative da promuovere e raccontarne i successi.

Ma vi aggiorneremo anche su Silvio Berlusconi.

Seguici anche su facebook...

In Italia un adolescente su cinque è vittima di bullismo e uno su dieci di cyberbullismo: oggi e domani Telefono Azzurro sarà presente in oltre 2mila piazze italiane con informazioni e consigli pratici su un fenomeno che coinvolge tanti dei ragazzi. I nostri ragazzi.

Qualità della vita in Italia? Crollata inesorabilmente. E il declino parte dal 2011, quando la crisi economica ha investito l’Europa e i mercati hanno sferrato il loro attacco al nostro paese. In seguito a quei momenti (economicamente) drammatici, con il timore che lo spread potesse mandare gambe all’aria il Belpaese, arrivarono il passo indietro per il bene comune del governo Berlusconi e la decisione di Giorgio Napolitano di affidare la guida del paese a Mario Monti. Scelta azzeccata? Per nulla. I dati emersi dallo studio realizzato da Tecnè e dalla Fondazione Giuseppe Di Vittorio dimostrano che proprio l’esperienza del governo tecnico e soprattutto la legge Fornero hanno determinato il crollo della soddisfazione dei cittadini per la qualità della vita in Italia. Le cifre sono chiare e non lasciano spazio all’immaginazione. Dato come 100 l’indice di soddisfazione per la qualità della vita nel 2015, nel 2010 l’indice era 119. Poi è iniziato il crollo. Nel 2011 l’indice era di 117, poi nel 2012 è sceso a 102. Il calo di soddisfazione non ha ancora fermato la sua corsa. Enrico Letta e Matteo Renzi non sono riusciti a risollevarlo, nonostante gli annunci dell’attuale premier.

 

Illustri opinionisti e politicanti dalla memoria corta sostenevamo che Silvio (con Verdini) i parlamentari "se li comprava uno ad uno". Gli stessi "columnist" e membri di partito oggi nulla dicono sul mercato delle vacche e delle poltrone avviato da Renzi (con Verdini) per salvare la baracca di governo.

“Noi dobbiamo costruire un’identità e una linea politica importante di tutta Forza Italia, dal Parlamento europeo al più piccolo comune d’Italia. Dobbiamo farlo su alcuni temi e alcune vicende che ci vedono assolutamente protagonisti”.

Lo ha detto il coordinatore nazionale Enti locali di Forza Italia Marcello Fiori, nel corso di [Futuro Comune], la prima Conferenza nazionale degli amministratori locali azzurri, all’Aula dei gruppi parlamentari della Camera dei deputati.

Solo un folle potrebbe pensare di rottamare Forza Italia e chi combatte al suo fianco.

Silvio Berlusconi commenta così l'indiscrezione di "Repubblica" secondo cui questa sarebbe l'intenzione del leader del partito. "Solo menzogne", taglia corto.