Candidati Lista Elettorale

Moreno Carù, 41 anni. Avvocato con studio a Gallarate. Nel 2006 eletto nel Consiglio di Circoscrizione Cajello/Cascinetta, nel 2011 candidato per il Consiglio Comunale. Dal 2012 delegato del PDL e poi coordinatore di Forza Italia per la città di Gallarate. Il suo impegno: guidare in campo uno straordinario gruppo di persone come garante per la realizzazione del programma elettorale.

Amato Vincenzo ha quasi 39 anni, dipendente AMSC, almeno lo era. Da quando è a Gallarate ha sempre dato un sostegno fattivo alla sezione da dietro le quinte. Lo smantellamento sistematico dell'azienda in cui lavora e di Gallarate, città che lo ha adottato e che ha imparato ad amare, lo hanno convinto a scendere in campo. Il suo impegno: Mandare a casa questa amministrazione di demolitori incompetenti e riportare Gallarate e l’azienda municipalizzata al livello qualitativo che si meritano.

Veronica Balestrieri ha (quasi) 34 anni, coniugata, è nata e cresciuta a Gallarate. Esercita la professione di avvocato sia in provincia di Varese che a Milano, in uno studio che ha spiccata vocazione di assistenza alle imprese, ivi comprendendo la cura e sviluppo dei rapporti internazionali. Veronica, ad oggi, ha ricoperto cariche direttive in molteplici associazioni,  sia a Milano che nell’area varesina, ed attualmente è  il cuore operativo delle relazioni esterne di Confabitare Varese e Confabitare Milano. In queste realtà ha potuto dimostare la propria sensibilità ed attenzione alle problematiche legate alle famiglie comuni e alle loro “sudate” proprietà immobiliari. Il suo impegno in politica è nato “quasi per caso”, è stata coinvolta proprio a causa dell’incontenibile e coinvolgente entusiasmo e determinazione che caratterizza ogni suo compito e/o obiettivo da raggiungere; caratteristica che ha spinto chi le sta vicino a farle offrire il proprio contributo per lo sviluppo e la crescita della nostra città.  Il suo obiettivo: è lasciare un “segno positivo”; contribuire al rilancio di Gallarate che era, è, e dovrà sempre essere un riferimento di civiltà e vivibilità per tutti.

Bertoglio Stefano, 52 anni compiuti. È un architetto, da sempre il suo impegno è quello di “Ridisegnare la città a misura d’uomo”. Ha detto che le parole d'ordine per le città del futuro sono densificazione del tessuto urbano e rarefazione delle auto. Ha deciso di candidarsi perché tutte le città degne di questo nome stanno ospitando sempre più cittadini, che si spostano là dove c'è più lavoro, più ricchezza e più vita sociale. Gallarate invece è diventata in pochi anni un dormitorio e neanche tanto occupato. Il suo impegno: Riconvertire all'uso abitativo le strutture produttive dismesse e tutte le strutture abbandonate, ma soprattutto potenziare i trasporti pubblici e riconquistare spazi interstiziali per la collettività o il verde.

Margherita Biffi, 19 anni, studia Economia e Management Internazionale presso l'università Bocconi. Ha frequentato il liceo classico e ha vissuto 5 mesi in Inghilterra per un'esperienza di studio già al quarto anno di liceo. Ha molte passioni e interessi, ma la politica la segue da quando aveva 14 anni. Attualmente è la coordinatrice del gruppo giovani di Forza Italia Gallarate e delegata alla Cultura e Ambiente del gruppo giovani di Forza Italia Provincia di Varese. Il suo impegno: La promozione della creatività e della cultura tra i giovani.

Calogero Ceraldi, 65 anni. Imprenditore nel settore dei sistemi delle energie rinnovabili. Già consigliere comunale di Forza Italia e attuale componente della segreteria cittadina. Oltre agli impegni nella politica la sua passione è il Golf. Il suo impegno è: “Realizzare un piano, grazie al quale, attraverso una riqualificazione energetica di tutte le strutture comunali e il potenziamento del parco fotovoltaico del comune, porti alla totale compensazione dei consumi elettrici e al dimezzamento dei consumi energetici generali.”

Vita Francesca D'Alba. nata a Gallarate, quasi 46 anni e residente a Gallarate. Lavora come impiegata amministrativa presso l'Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) della Valle Olona di Busto Arsizio. Si laurea nel 2002  in Scienze Politiche presso l’Università Statale di Milano con tesi “L’evoluzione dei sistemi contabili nelle Aziende Sanitarie: dalla Contabilità Finanziaria alla Contabilità Economico – Patrimoniale e alla Contabilità Analitica e Controllo di Gestione”; Ha conseguito l'abilitazione alla professione di Dottore Commercialista ed è iscritta all’Ordine dei Dottori Commercialisti e Degli Esperti Contabili per la circoscrizione del Tribunale di Busto Arsizio dal 2008; Iscritta all’Albo dei Revisori Legali presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze dal 2008; Iscritta all'Albo dei Revisori dei Conti degli Enti Locali presso il Ministero dell'Interno dal 2014. Ha sempre creduto che fare politica significhi confrontarsi con la gente per prendere le decisioni migliori e preservare gli interessi di tutti. Si candida perché: “partecipare in modo concreto alla vita politica della mia città è per me il più alto segno di cittadinanza attiva, in un momento in cui l'interesse per la cosa pubblica viene meno”.

Germano Dall'Igna, 58 anni, nato a Gallarate ed ivi residente. Diploma di Perito Elettronico e iscritto alla Facoltà di Economia e Commercio. Sposato con Renata, due figli Valentina e Stefano. Ha lavorato per anni come Impiegato Quadro, settore Progettazione e Ricerca Elettrica ed Elettronica, presso un'azienda di Installazione Impianti di Automazione e Smistamento. Successivamente Libero Professionista/Consulente per lo Sviluppo, Ricerca e Progettazione di Impianti con iscrizione al Collegio dei Periti Industriali e Laureati di Varese. Attualmente Commerciante e altro a breve in via di definizione. Iscritto in FI dal 2001, poi nel PDL ed ora nuovamente in FI. 2001/2006 eletto Presidente della 5a Circoscrizione di Arnate e Madonna in Campagna. 2006/2011 Eletto Consigliere Comunale e Presidente della Commissione ai Lavori Pubblici, Viabilità e membro della Commissione Sicurezza e Polizia Locale. 2011/2016 Eletto Consigliere Comunale di opposizione con incarico di Capogruppo di FI-PDL. Il suo impegno è: “La mia azione politica è una passione svolta da sempre tra la gente e per la gente e l'ascolto è la mia arma principale. Mi hanno attribuito e definito con le tre esse: Serietà, Semplicità e Simpatia che mi sento di condividere. La mia azione politica futura con uno slogan, posso così definirla - Per una città più pulita, per una città più bella, per una città più sicura: per la nostra città di Gallarate”.

Giorgio Fioretti, quasi 42 anni, Libero professionista, sempre attivo sul territorio gallaratese soprattutto per l'organizzazione di eventi studiati per dare voce ai cittadini ed alle loro necessità di svago e divertimento. Il suo obiettivo è: seguire e promuovere tutte le attività sportive e ricreative della città dei due galli, dandone voce e spazio, rivalutando anche le aree del territorio e le attività commerciali. 

Francesco Fratantonio, quasi 61 anni, nato a Modica provincia di Ragusa. Dal 1975 risiede a Gallarate dove vive e lavora, è sposato ha due figli e tre nipotini. Dal 1981 dipendente della società AMSC Spa di Via Aleardi,70 o come verrebbe da dire della oramai ex AMSC. È stato consigliere Comunale dal 2001 al 2006, "orgoglioso di essere stato partecipe del governo cittadino che ha dato lustro e trasformato la Città di Gallarate". Amareggiato che il lavoro svolto in quel decennio sia stato vanificato da questa Amministrazione, che ha fatto retrocedere Gallarate ad una città dormitorio, abbandonata e lasciata in mano alla microcriminalità. Si candida perché: “Potrei pensare alla pensione, invece la mia indole mi spinge di nuovo, a dare il mio contributo, per risollevare Gallarate dal baratro in cui è sprofondata”.

Rosa Anna Maria Gemma, nata a San Vito dei Normanni, in provincia di Brindisi, 59 anni fa. Vive dal 1978 ad Albizzate, con il figlio Adriano, che è la sua vita e Iside un cane meticcio che considera come vero e proprio membro della famiglia. Da trent’anni logopedista in ospedale a Gallarate. Per il reparto otorino, ha anche organizzato eventi, congressi e seminari. Si candida perché: “Me lo hanno chiesto tanti miei pazienti e alla fine ho deciso di mettermi in gioco”.

Giuseppe Lorusso, quasi 52 anni. Dottore Magistrale specializzato in Scienze dell’Amministrazione della Facoltà di Scienze Politiche. Dal 1985 svolge incarichi di responsabilità nella gestione del personale e nei settori della Contabilità, del Lavoro e della Legislazione Sociale. Il percorso di studi economici, giuridici e politici, gli ha permesso di acquisire un’approfondita esperienza di tributarista e fiscalista che esercita con onestà e dinamicità, anche al servizio del cittadino. Il suo impegno: “Per le priorità che abbiamo ascoltato dai cittadini, Aiuto a famiglie e Imprese, Sicurezza e Decoro”.

Gianmario Malvestiti detto Oscarnato a Gallarate, 56 anni. Chirurgo presso il Dipartimento di Urologia dell'ospedale di Busto Arsizio. Il suo impegno: Riconquistare le persone che hanno perso il contatto con la politica, indirizzandole verso la strada giusta”.

Leonardo Martucci, 68 anni, si definisce il classico "padre di famiglia". Dopo quarant'anni di servizio presso l'Aeronautica Militare di Gallarate, ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla politica della nostra città, per offrire un aiuto concreto all'intera comunità. In questi anni ha ricoperto diversi ruoli istituzionali che gli hanno permesso di maturare esperienza: è stato presidente di circoscrizione, consigliere comunale ed assessore ai lavori pubblici. Il suo impegno: Voglio rinnovare il mio impegno, candidandomi come consigliere comunale. Il vostro voto è fondamentale, per realizzare il mio progetto che dà particolare spazio al sociale, all'occupazione e alla sicurezza”.

Roberta Fausta Maria Maurino, 60 anni ma non li dimostra. Impiegata in una azienda vinicola. La sua aspirazione è di rivalutare il centro, attraverso percorsi mirati, iniziative volte a coinvolgere bambini, ragazzi e adulti. Progetti culturali in grado di valorizzare vicoli, piazze e tutto il tessuto di Gallarate dal centro ala periferia. Il suo impegno è: “per far tornare a frequentare quotidianamente la città, in sicurezza e libertà.

Lara Paladino, 31 anni. Dopo aver frequentato il liceo scientifico di Gallarate, si laurea in Giurisprudenza presso la Statale di Milano all’età di 23 anni e con voto di 110/110. La tesi in diritto internazionale pubblico ha per argomento “Il divieto dell’uso delle armi di distruzioni di massa”. Nella sua professione ha sempre avuto predilezione per il diritto penale e, infatti, si occupa prevalentemente di questo settore. Attraverso le esperienza lavorative ha avuto contatti con persone in difficoltà e da qui ho maturato il desiderio di impegnarsi nelle istituzioni pubbliche per cercare, di fare qualcosa di concreto nel settore sociale e dei servizi alla persona. Proprio per questo, oramai da qualche anno, collabora con un’associazione di volontariato specializzata nel portare aiuto ai bambini. il suo impegno: Se sarò eletta disporrò di uno strumento in più che mi consentirà di aiutare la gente, di occuparmi dei servizi comunali in favore dei cittadini, di tutelare i diritti delle persone. In questo senso garantisco impegno, onestà e dedizione”.

Alessandro Petrone, 40 anni. Opera da molto tempo quale manager in Enti pubblici, in precedenza ha collaborato a lungo con l'Università quale cultore della materia. Dai tempi del Liceo impegnato nella vita pubblica, già responsabile del movimento giovanile di Forza Italia ed animatore di iniziative culturali e di scopo sociale, viene eletto consigliere comunale per Forza Italia nel 2006 e fino al 2011 presiede la Commissione Consiliare Cultura e guida il gruppo consiliare del Popolo della Libertà. il suo impegno: “Mi ricandido nelle fila di Forza Italia al servizio del bene comune della Città e garantisco impegno primario teso ad ottenere tra le altre cose la manutenzione e l'ammodernamento delle scuole e degli impianti sportivi, la sburocratizzazione della macchina comunale al fine di ridurre al minimo il peso della burocrazia per chi vuole intraprendere e la restituzione a Gallarate del decoro e della vitalità che l'ha in passato contraddistinta.

Stefano Romano, 45 anni, dipendente del Ministero Difesa. Laureato in Scienze Politiche. Componente del Coordinamento Cittadino di Forza Italia a Gallarate. Il suo impegno: "In questi cinque anni, quale opposizione, abbiamo lavorato in modo serio, puntuale e responsabile, a differenza dei limiti del centrosinistra. Ora mi candido per lavorare nella giunta.

Aldo Simeoni, 72 anni. Maresciallo dell'Aeronautica Militare in pensione, Cavaliere della Repubblica, sposato, padre di una figlia e nonno. Da molti anni impegnato nella vita politica perché crede nella straordinaria importanza di mettere la propria volontà e competenza al servizio dei cittadini nella soluzione dei problemi comuni. Dal 2001 al 2008 Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Gallarate. Durante il suo assessorato è avvenuto il cambiamento di questa città: la tangenziale della Mornera, la Fontana di Piazza San Lorenzo, la rotonda di Piazza Risorgimento, il rifacimento di Piazza Piemonte, la riqualificazione del Centro Storico, il restauro dei teatri cittadini, la realizzazione (in collaborazione con la Provincia) dell'Istituto Falcone, la progettazione e l'ampliamento dei principali cimiteri cittadini. Dal 2008 al 2013 Assessore Provinciale di Varese con delega Viabilità, Trasporti. Il suo risultato per la sicurezza delle strade e la realizzazione di piste ciclopedonali intorno al lago di Varese e Comabbio è sotto gli occhi di tutti i cittadini del Varesotto. Il suo impegno: “Vorrei continuare a lavorare per i Gallaratesi con grande senso di responsabilità e serietà, come ho sempre fatto, producendo una politica concreta fatta di servizi efficienti.

Martina Vignoli, la più giovane del gruppo, 18 anni. Mentre studia lavora perché la sua famiglia l'ha abituata, a darsi da fare, le ha insegnato il valore del lavoro e l'ha incoraggiata a guadagnarsi ciò di cui ha bisogno con le proprie forze. Sicuramente molto giovane ma ha la grinta e già la passione per la cosa pubblica. Si metto a disposizione della città perché convinta che i giovani devono per primi aiutare a risolvere i problemi delle loro comunità. Il suo impegno: Darò il mio contributo per la sistemazione degli impianti sportivi e per la creazione di nuovi occasioni di ritrovo e di nuove opportunità di socializzazione per i ragazzi”.