A sei mesi dall'insediamento siamo stati dall’Assessore Orietta Liccati: ci ha raccontato cosa sta facendo e quale futuro vorrebbe per Gallarate.

L’Assessore ci accoglie nel suo ufficio, la giornata sembra tranquilla in comune ma dobbiamo attendere, l’ultima riunione prima della pausa pranzo, nonostante siamo decisamente in ritardo e c’è persino qualcuno dopo di noi che aspetta.

A sei mesi dall'insediamento siamo stati dal Vice Sindaco Moreno Carù: ci ha raccontato cosa sta facendo e quale futuro vorrebbe per Gallarate.

Ci accoglie nel suo ufficio mentre tutto il comune è in subbuglio. La questione del momento è il caro bollette dell’acqua: capire esattamente i motivi e trovare se possibile una soluzione che sia di sollievo per i cittadini.

Sabato, 24 Dicembre 2016 18:11

#Gallarate: la verità brucia...

Scritto da

Dalla campagna elettorale del 2011, i detrattori del centrodestra e in particolare di Forza Italia, stanno lavorando a tutta forza e senza soluzione di continuità. Fa sempre piacere incrementare un mercato ma Forza Italia non insegue gossip e le polemiche inutili.

Dopo aver letto le ultime dichiarazioni di alcuni esponenti del centrosinistra, proprio quelli che hanno governato negli anni grigi dell'amministrazione Guenzani, sarebbe oltremodo interessante che il già consigliere di Amsc, Dott. Marco Montemartini, rispondesse finalmente ad alcune banali domande, essendo stato insieme all'ex Presidente Sergio Praderio e all'Avv. Dario Minella, promotore della nota azione di responsabilità.

Ne sono già usciti tanti e ancora ce ne dovremo sorbire. Nonostante le notevoli differenze per la maggior parte danno il NO avanti. Tranne quelli della RAI che invece ribaltano la realtà e quindi hanno suscitato qualche giustificatissima polemica, visto che per realizzare questi vengono usati fior di quattrini pubblici.

Sono numerosi i quotidiani che si stanno scatenando sulla strana missione istituzionale in Argentina, Uruguay e Brasile della ministra Maria Elena Boschi. Le TV un po’ meno, soprattutto la RAI che glissa. In realtà gli unici agguerriti inizialmente sono stati Travaglio su IlFatto con un articolo intitolato “La missione farlocca di Boschi a caccia di italiani all’estero” e Sallusti che su IlGiornale spara in prima pagina il titolo: “Boschi a caccia di un ‘sì’ a spese degli italiani”. Questo l’altro ieri. Ovviamente il popolo di internet ha seguito a ruota, d’altronde quando c’è da far casino è sempre in prima fila, ma è anche vero che in questo caso c’è lo zampino dei grillini.
Nel pomeriggio di ieri però è arrivata una nota ufficiale dell’ufficio stampa del ministro che, se possibile, ha peggiorato la situazione. Ora tutti sono scatenati. A parte la RAI che continua a glissare.

La questione è che il governo italiano ha speso solo di voli 12.625 euro di soldi pubblici per fare campagna elettorale in Sud America a favore del Sì al referendum del 4 dicembre. Questo escluso il rimborso che il comitato del Sì riceverà sempre prelevando i soldi dalle nostre tasche.

“Renzi pensa di eludere il giudizio dei cittadini con i sotterfugi come il voto a dicembre. Ma i sondaggi ci dicono che la maggioranza degli italiani ha capito che nella riforma non ci sono risparmi ma solo pasticci di Renzi per prendere tutto il potere senza avere la maggioranza dei voti”.

È quanto scrive in una nota Lucio Malan, il senatore di Forza Italia, che vota compatta per il “NO”. Tanti gli esponenti che in serata hanno commentato la data del 4 dicembre decisa da Matteo Renzi.

L’ex assessore Silvestrini ha ragione, solo su una cosa: non si possono prendere in giro i cittadini.

Lo sa bene lei e lo sanno bene i suoi compagni di centrosinistra che per 5 anni hanno raccontato di tutto e di più, anche, su Amsc, compresa la barzelletta del risanamento dei conti.

E alla fine i cittadini hanno tirato le somme, mandandoli a casa.

Ieri abbiamo avuto modo di seguire in streaming il forum dei candidati sindaci per #Gallarate2016 organizzato dalla Prealpina, grazie a Monica Salomoni che lo ha pubblicato nel gruppo Facebook «Sei di Gallarate se...».
Mi ha colpito un passaggio di Roberto Borgo che sottolineava come al tavolo ci fossero 5 candidati di espressione civica e che il solo Andrea Cassani fosse un candidato politico. Al momento pensavo fosse una svista perché Andrea Cassani, pur essendo un politico, ha ben tre liste civiche che lo sostengono, poi però ho colto l’assist nei confronti di Edoardo Guenzani.

In Italia un adolescente su cinque è vittima di bullismo e uno su dieci di cyberbullismo: oggi e domani Telefono Azzurro sarà presente in oltre 2mila piazze italiane con informazioni e consigli pratici su un fenomeno che coinvolge tanti dei ragazzi. I nostri ragazzi.

Pagina 1 di 4